NEWS
2016
Immigrati - Permesso di soggiorno, pagano anche i minori
06/09/2016

A partire dal 23 luglio 2016 anche per i permessi di soggiorno rilasciati ai minori è dovuto il versamento di 30,46 euro a copertura dei costi per la stampa del nuovo documento elettronico. Al momento della richiesta o del rinnovo del permesso di soggiorno, dunque, il genitore dovrà effettuare un versamento da 30,46 euro non solo per sé, ma anche per i propri figli, utilizzando per ciascuno di essi un singolo bollettino (sul quale, nella sezione “eseguito da”, dovrà essere indicato il nome e cognome del minore). 

 

CISL - MAURIZIO CAPPELLO NUOVO SEGRETARIO LOMBARDO DEI POSTALI
13/09/2016

Maurizio Cappello è il nuovo segretario generale della Slp Cisl Lombardia, la categoria che segue i lavoratori di Poste Italiane. Lo ha eletto all’unanimità il consiglio generale del sindacato che in Lombardia conta oltre 10mila iscritti.  Eletta anche la nuova segreteria regionale, composta oltre che da Cappello da Maurizio Dassù e Tenuccia Schepisi.  


Priorità della nuova squadra è la vertenza in corso con Poste Italiane, che da tre mesi ormai vede sindacato e lavoratori impegnati in un'intensa mobilitazione, con blocco delle prestazioni straordinarie aggiuntive. “Lo stato di agitazione è sempre aperto, poiché dall'azienda non arriva alcuna riposta concreta alle nostre richieste – afferma il neo-segretario generale delle Poste Cisl Lombardia -. La Lombardia è partita per prima con la grande manifestazione regionale del 23 maggio scorso, ma la mobilitazione si sta allargando a tutta Italia e non escludo si arriverà alla proclamazione dello sciopero generale nazionale di tutti i lavoratori delle Poste”. “I servizi e il recapito sono al collasso, come pure la sportelleria del settore privato - aggiunge - . Non bastasse, la nuova riorganizzazione del recapito e della logistica, sommata alla consegna a giorni alterni, sta creando disagi e problemi a lavoratori e utenti”. In questo scenario, la totale privatizzazione dell'azienda per i postali della Cisl è da combattere senza esitazione. “E' inaccettabile che quella che ormai è l'unica azienda pubblica produttiva – afferma Cappello – vada in mano a speculatori interessati solo di fare cassa, così come cerca di fare cassa il governo, preoccupato solo di ricavare il più possibile dalla cessione”.

CISL-CATTOLICA - TERZA EDIZIONE DI "PROFESSIONE WELFARE"
19/09/2016

.  ALTIS – L’Alta Scuola Impresa e Societàdell’Università Cattolica del Sacro Cuore promuove la terza edizione del corso di Alta Formazione “Professione Welfare”, organizzato in partnership con Adapt e Cisl Lombardia.

Le competenze dei docenti, l’esperienza acquisita anche nella passate edizioni e i partner di prestigio fanno di “Professione Welfare” il corso leader in Italia sui temi del Welfare. Tecniche di docenza innovative, testimonianze in aula ed esercitazioni pratiche, consentiranno ai partecipanti di conoscere e comprendere il contesto di riferimento, approfondire le dinamiche del settore e progettare innovativi piani di Welfare.

“Il Welfare aziendale sta assumendo un ruolo di crescente importanza all’interno delle organizzazioni profit e non profit, pubbliche e private, come strumento per l’intercettazione dei bisogni sociali emergenti. La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto importanti novità che stanno incentivando lo sviluppo di piani di welfare aziendali anche nelle PMI", ha commentato Giovanni Marseguerra, direttore scientifico del corso. “Professione Welfare è dunque una grande opportunità perpromuovere il valore sociale dell'impresa e per far crescere l'attenzione al benessere dei lavoratori e delle loro famiglie" ha concluso Marseguerra.

“La legge di Stabilità ha rivoluzionato la normativa fiscale previgente per moltiplicare il numero di piani di welfare e potrebbe finire con un nuovo cambio di rotta in materia di “welfarizzazione” del premio di produttività – dichiara Emmanuele Massagli, presidente di Adapt –. Sono cambiate norme, definizioni, esperienze, prospettive: è allora molto opportuno un corso di formazione dedicato a questo argomento, che è in tutto il mondo occidentale uno dei temi “di frontiera” del diritto del lavoro e della gestione del personale”.

“In questo momento complesso e di grandi trasformazioni, riteniamo sia fondamentale investire sulle competenze – sottolinea Osvaldo Domaneschi, segretario generale Cisl Lombardia -. La crisi economica e le politiche diausterity che in questi anni ne sono conseguite, stante i vincoli di spesa pubblica, hanno fatto emergere i limiti dei nostri sistemi di protezione, di inclusività e di adeguatezza, anche rispetto a nuovi rischi e bisogni per i quali mancano adeguate coperture. In questo contesto si sono create le condizioni per un rilancio, attraverso la contrattazione, delle esperienze di welfare integrativo destinate ai lavoratori e alle lavoratrici nelle aziende e nelle imprese. Esperienze che richiedono protagonisti sempre più preparati e competenti, affinché si moltiplichino i percorsi di inclusione sociale”.

“Professione Welfare”, che prenderà il via il 25 ottobre 2016, si rivolge a manager delle risorse umane di organizzazioni profit, non profit e della pubblica amministrazione, a funzionari di associazioni di categoria o sindacali e a tutte quelle figure professionali con interesse nell’area delle risorse umane, dell’employee welfare, del diversity management, del work-life balance.

 

Per usufruire dello sconto del 20% è necessario iscriversi entro il 23 settembre. Le iscrizioni invece chiuderanno il 21 ottobre (scadenza finale).

 

LOMBARDIA - nel 2015 venduti 20 milioni di Voucher (+214 sul 2014)
26/09/2016

Calano le ore di cassa integrazione autorizzate in Lombardia nel 2015, a conferma dei segnali di ripresa. Secondo il rapporto sull'attività dell'Inps regionale presentato questa mattina nel corso di un'iniziativa da Cgil, Cisl, Uil e Inps Lombardia, il totale delle ore di cassa integrazione autorizzate è sceso da 255.363 di fine 2014 a 154.712. Preoccupa però la Cisl regionale l'esplosione del ricorso ai voucher:  ben 20.938.984 ne sono stati venduti nel 2015 in Lombardia, +214% rispetto al 2014 (ne erano stati venduti 11.675.586). Un incremento che ha interessato tutte le provincie e tutti i settori economici.  “Il rapporto Inps ci dice che la crisi economica forse comincia a dare una tregua, ma anche che è necessario portare con forza l'attenzione sulla qualità del lavoro - sottolinea Paola Gilardoni, segretario regionale Cisl Lombardia -. I dati sull'utilizzo sempre più consistente dei voucher a 10 euro per pagare i lavoratori ci preoccupano molto, per le difficoltà di sostentamento contingenti, ma anche per le prospettive di povertà che introducono”. Secondo la Cisl Lombardia, affinché gli interventi contro il disagio siano efficaci, occorre vigilare sulle risorse e sulla loro allocazione, innovare gli strumenti che favoriscano l'accompagnamento di politiche di sostegno con politiche di riattivazione delle persone nella comunità. “Bisogna introdurre nuovi modelli di governance tra soggetti di policy pubblici – afferma Gilardoni – e soggetti organizzati  della società civile, che favoriscano la coprogettazione e un'innovata collaborazione, soprattutto in riferimento alle aree di nuovi bisogni”. In quest'ottica, secondo la Cisl Lombardia,  potrà essere utile l'implementazione del casellario dell'assistenza istituito presso l'Inps e il Sia, il Sostegno per l'inclusione attiva . “Due strumenti innovativi di contrasto alla povertà – conclude Gilardoni –. Il primo sarà utile per migliorare la conoscenza dei bisogni sociali e del sistema integrato di interventi sul territorio, il secondo per favorire in modo mirato il contrasto alle situazioni di fragilità”.  

Mantova - Picchiato a sangue delegato Fit-Cisl di una cooperativa
28/09/2016

. Fatto gravissimo avvenuto questa mattina a Castelbelforte presso Mantova, dove un delegato della Fit Cisl è stato picchiato a sangue (8 giorni di prognosi) nel magazzino dell’Azienda Sirap, presso cui lavora per la Cooperativa Magsolution. “La furia scatenante l’episodio di violenza – spiega Dino Perboni, segretario generale aggiunto Cisl Asse del Po - è stata determinato dal fatto che il delegato stava appendendo un volantino che proclamava lo sciopero regionale per il 30 settembre, dopo i fatti tremendi accaduti a Piacenza, dove un lavoratore operante per la GLS è morto”. “Per il 30 settembre – aggiunge Emmanule Monti, segretario responsabile del presidio Fit Cisl Mantova - stiamo valutando di fare un’iniziativa davanti all’azienda a sostegno del delegato e dei lavoratori presso la Cooperativa Magsolution”.

Dura condanna da parte della Cisl Lombardia. “Ancora un episodio di gravità inaudita – afferma Osvaldo Domaneschi, segretario generale Cisl Lombardia  -. Si usa la violenza per impedire l'attività sindacale e l'esercizio di un diritto. Simili fatti accadono sempre più spesso, soprattutto in realtà che si spacciano per cooperative”. “Chiediamo con urgenza – aggiunge – l'avvio di un tavolo con Regione Lombardia per fare fronte comune e rilanciare il protocollo sottoscritto nel marzo 2015 con le tre centrali cooperative affinché il mondo della cooperazione torni ad essere quello regolamentato  e non, come sta accadendo in alcuni settori (logistica e servizi), una realtà di soprusi, sfruttamento e anche violenza”.  

2022
2021
2020
2019
2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012