NEWS
2016
METALMECCANICI - Domani a Milano attivo con Bentivogli, Landini e Palombella
06/04/2016

Oltre un migliaio di delegati dei lavoratori metalmeccanici di Fim, Fiom, e Uilm, arrivati da tutta la Lombardia, si danno appuntamento al Teatro Carcano, giovedì 7 aprile dalle ore 9.30, per l'attivo unitario a sostegno del rinnovo del contratto.   Saranno presenti i tre segretari generali nazionali Marco Bentivogli (Fim Cisl), Maurizio Landini (Fiom Cgil) e Rocco Palombella (Uilm Uil).  

20 anni di Affaritaliani.it
05/04/2016

Quando il direttore di un giornale online, il primo nel suo Paese, per festeggiare il traguardo di 20 anni di fedeltà ai lettori, sceglie non una festa qualsiasi, non un dibattito qualsiasi, ma opta per le terrazze del Duomo di Milano, “passeggiandoci”, c’è tutta la sintesi di Affaritaliani.it

Usa la potenza di internet dal primo momento e non trascura neppure per un attimo il reale, la fisicità delle notizie e dei luoghi, le fonti in carne e ossa, (ai tempi delle veline), ...e oggi stupisce anche me, con una scelta che reputo eccitante. Passeggiare ricorda il metodo Aristotelico di insegnamento.

Bravo Angelo Angelo Perrino, bravi ragazzi, Buon Affari italiani a tutti.

Un giornalismo che mi piace perché è stato vicino in questi anni ai desideri di quanti credono in una ricerca-azione del giornalista. Dice il direttore, “Samo stati l'area ricerca&sviluppo del giornalismo italiano".

Potrete leggere Affaritaliani.it anche al buio dalle terrazze del Duomo con lo Smartphone, dopo un selfie, quella foto racconterà di una festa che sa molto di attivismo culturale.

Benedetta Cosmi

SESTO SAN GIOVANNI - Alstom: un altro rinvio. Sindacato: inaccettabile
06/04/2016

Cresce la preoccupazione tra i lavoratori della ex Alstom Power (ora General Electric) di Sesto San Giovanni. A rendere ancora più incerto il loro futuro, dopo l’annuncio dell’azienda di voler chiudere lo stabilimento sestese, con la conseguente dichiarazione di 236 esuberi, c’è il continuo rinvio del tavolo di confronto tra le parti, previsto presso il ministero dello Sviluppo economico.  “Il Mise  - spiega Giuseppe Mansolillo, della Fim Cisl Milano Metropoli – ci ha comunicato che l’incontro inizialmente fissato a Roma per il 22 marzo e poi spostato a domani, giovedì 7 aprile, è stato ulteriormente rinviato al 13 aprile. Il tutto senza alcuna motivazione. Questo spostamento ci preoccupa perché è più che mai urgente sedersi attorno ad un tavolo e fare chiarezza sul futuro e sugli impegni da assumere. Il piano presentato da General Electric è inaccettabile. Noi riteniamo che ci siano le condizioni per mantenere in vita e rilanciare l’attività produttiva del sito sestese”.

L’incontro al ministero è stato fortemente sollecitato dai sindacati e dalle istituzioni locali, anche con l’intento di capire che ruolo intende giocare il governo in questa partita.

Il taglio di 236 lavoratori dello stabilimento di Sesto San Giovanni fa parte di un piano di riorganizzazione deciso dalla multinazionale americana, che prevede circa 6.500 esuberi in Europa. Per protestare contro questa iniziativa i sindacati europei terranno una grande manifestazione venerdì 8 aprile, a Parigi. 

Per capire il Jobs Act, un libro della Luiss
13/04/2016

SI chiama “Guida al nuovo mondo del lavoro: riforme, prospettive, opportunità di una realtà che sta cambiando”, ed è un volume che intende essere una guida pratica alle novità del Jobs Act e un faro nell’intrico della nuova normativa. Il libro è stato presentato alla Luiss (università di Roma) ed è stato promosso da SGB Humangest Holding, Associazione Laureati LUISS e LUISS Valore.

 

Redatto da un team di LUISS Valore guidato da Raffaele Fabozzi, professore di diritto del lavoro, con l’ausilio del team legale di UTOPIA e con la collaborazione e il patrocinio di Humangest, il testo è consultabile e scaricabile gratuitamente online al link: http://sgbholding.it/.

 

EX ALSTOM - Nulla fatto nell'incontro con ilministero
14/04/2016

Si è svolto nel pomeriggio di ieri, al Mise, dopo vari rinvii, l’incontro fissato tra azienda, sindacati di categoria, Rsu, Regione Lombardia, Comune di Sesto San Giovanni, per trovare una soluzione sulla vertenza ex Alstom Power (oggi General Electric) ed evitare il licenziamento (annunciato dalla multinazionale americana) di 249 lavoratori, con lo spostamento delle produzioni in Polonia e Romania e l'inevitabile chiusura del sito produttivo sestese.

L'incontro è avvenuto dopo le manifestazioni dei dipendenti di General Electric, organizzate in Italia e in Europea l’8 aprile scorso, in difesa dell'occupazione e della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori.
“L’appuntamento al ministero - spiega Giuseppe Mansolillo, operatore Fim Cisl Milano Metropoli – si è concluso con un nulla di fatto. L'azienda, oltre a non volere trovare una soluzione condivisa per salvaguardare il sito produttivo di Sesto, ha annunciato che a breve comunicherà l'apertura di una mobilità che vedrà coinvolte un numero ancora non definito di persone.  Una scelta inaccettabile, che continueremo a contrastare”.

Regione. Reddito di autonomia: per la Cisl luci e ombre
18/04/2016

Regione Lombardia nella seduta di giunta di oggi ha approvato il nuovo pacchetto Reddito di autonomia del 2016. Un pacchetto di interventi comprensivo delle misure rivolte alla famiglia che, secondo la Cisl Lombardia, presenta luci e ombre.

“Le misure per il  2016  recepiscono  alcune delle osservazioni che abbiamo presentato, innovando quelle già esistenti e tengono conto degli esiti emersi nel confronto presso l'assessorato – sottolinea Paola Gilardoni, segretario regionale Cisl Lombardia con delega al Welfare e sanità-. Prevedono infatti un riconoscimento economico in caso di nascita fin dal primo figlio, ampliando la platea dei potenziali beneficiari   uniformando l'Isee a 20 mila euro e favorendo l'accesso a servizi per infanzia dei Comuni”. “Anche su nostra sollecitazione – aggiunge - è stata recuperata la clamorosa esclusione delle famiglie adottive dalla misura per la natalità”.

Quanto al requisito dei 5 anni di residenza, pur rilevando una  prima correzione del vincolo per l'accesso alle misure previsto dal provvedimento dell'ottobre scorso, la Cisl Lombardia ritiene che la rimodulazione del requisito per uno solo dei due genitori  renda  ancora  limitante e discriminante l'accesso alle misure di tutela. “La revisione è tanto più necessaria in riferimento alle minorenni e alle donne sole in gravidanza – spiega Paola Gilardoni - per le quali sarebbe opportuno rivedere il requisito per l'accesso alle misure a sostegno della natalità ed ai servizi integrativi dell'infanzia. In tal caso il vincolo di 5 anni risulta ulteriormente penalizzante”.

La Cisl Lombardia, a fronte dello stanziamento di circa 74 milioni di euro nel 2016 per bonus famiglia, nidi, voucher anziani e disabili, rileva un incremento di risorse rispetto alle deliberazioni  di ottobre scorso e lo considera “un primo e positivo passo per  poter strutturare un sistema di tutele rivolto alle famiglie nelle fasi di fragilità”. Riconfermate, invece, le perplessità circa l'eliminazione del super ticket a cittadini con reddito  familiare fiscale annuale non superiore a 18.000€. “E' un limite troppo basso – afferma Gilardoni -  che esclude  lavoratori, lavoratrici  e pensionati”.

 

PUBBLICO IMPIEGO - Contratto, domani sciopero e manifestazione a Milano
06/04/2016

Domani, giovedì 7 aprile, scioperano lavoratrici e lavoratori dei settori pubblici e privati delle funzioni pubbliche della Lombardia. Nella mattinata si svolgerà anche la manifestazione unitaria regionale a Milano, con il  concentramento alle 10 in Piazza Duca D’Aosta. Il corteo si concluderà sotto Palazzo Lombardia, lato Melchiorre Gioia. Al comizio finale parteciperanno i quattro segretari generali nazionali di categoria: Rossana Dettori per la Fp Cgil, Giovanni Faverin per la Cisl Fp, Giovanni Torluccio per la Uil Fpl e Nicola Turco per la Uil Pa. Nonostante 6 anni di blocco il Governo continua a ritenere la contrattazione nei settori pubblici un’attività residuale sulla quale non vale la pena investire risorse. La legge di stabilità per il 2016 non ha stanziato risorse sufficienti a dimostrare la reale volontà di avviare la stagione dei rinnovi contrattuali di oltre 3 milioni di lavoratori pubblici. La stessa sentenza della Corte Costituzionale di luglio 2015, che giudicava illegittimo il perdurare del blocco dei contratti da parte del Governo, è stata disattesa. Questo atteggiamento del Governo non è più tollerabile! I sindacati di categoria di CGIL CISL UIL hanno da tempo presentato le richieste per rinnovare i contratti  collettivi  nazionali  di  lavoro  e  rilanciare  la  contrattazione  nelle  amministrazioni pubbliche, a maggior ragione in presenza di ulteriori e nuove modifiche degli assetti istituzionali per effetto della legge Madia. Con tutte le ricadute che hanno sul nostro territorio. Da qui l’importanza della contrattazione anche a livello regionale, per il presidio dei processi di mobilità, di riorganizzazioni e di ristrutturazioni aziendali, per monitorare e prevenire le situazioni di crisi aziendale per difendere i livelli occupazionali. In Lombardia tante sono le vertenze da affrontare e su cui la Regione di Roberto Maroni deve avviare il confronto.

 

 

25 APRILE - ANNAMARIA FURLAN ALLA MANIFESTAZIONE DI MILANO
22/04/2016

. La leader nazionale della Cisl parteciperà al corteo per la festa della Liberazione e sarà tra gli oratori sul palco di piazza Duomo. La manifestazione, in partenza attorno alle 14.30 da Corso Venezia, arriverà davanti alla cattedrale attorno alle 16, dove si terranno i comizi conclusivi. Oltre a Furlan, prenderanno la parola il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia; il presidente emerito della Corte Costituzionale, Gaetano Silvestri; il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini; il presidente nazionale dell’Anpi, Carlo Smuraglia.

LAVORO - Cala la disoccupazione (ai minimi dal 2012). Aumenta l'occupazione (ma non quella giovanile)
29/04/2016

Scende a marzo il tasso di disoccupazione in Italia, all’11,4%, livello minimo dal dicembre 2012. Torna a crescere il numero di occupati, 90mila persone in più rispetto a febbraio e 263mila in più rispetto a marzo di un anno fa. Lo rileva l’Istat che evidenzia anche dati positivi per quanto riguarda i giovani tra i 15 e i 24 anni: il tasso di disoccupazione a marzo si è attestato al 36,7%, anche in questo caso ai minimi dal 2012, 1,5 punti percentuali in meno rispetto a febbraio e 5,4 in meno rispetto a marzo di un anno fa.

2022
2021
2020
2019
2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012